Che la festa…Continui

Altra RTO di altissimo livello lo scorso venerdì 6 aprile presso la Sezione “Alfredo Fedeli”, grazie alla visita da parte del Componente della Commissione C.A.I. Nazzareno Ceccarelli, che in passato ha vestito gli abiti da Assistente Internazionale, Osservatore CAN A e B e Presidente del CRA Lazio. Ad aprire la riunione, come di consueto, il Presidente di Sezione Elvio Picano che ha presentato Nazzareno alla platea ed in particolare agli Arbitri neo immessi. “Abbiamo l’onore e il piacere di ospitare un personaggio con il quale nel recente passato abbiamo condiviso tante belle e significative esperienze”. Prima di cedere la scena all’illustre ospite il Presidente ha comunicato le liete notizie del superamento dell’esame da Osservatore Arbitrale di tre associati: Luigi D’Aguanno Aristide Capraro, Antonio Mattia, e la nomina ad Arbitro Benemerito di due “colonne” della Sezione quali Alberto Costanzo e Francesco Evangelista, i quali hanno ricevuto la lettera di nomina dalle mani del Componente C.A.I. La parola passa  poi proprio a Nazzareno che, dopo aver ringraziato il Presidente Picano e il Consiglio Direttivo per l’invito, nota con piacere la presenza di molti volti giovanissimi che hanno abbracciato questa stupenda passione dell’arbitraggio. Con la sua consueta e brillante verve ha invitato accoratamente le nuove leve a vivere questa esperienza con passione, libertà mentale e senso di appartenenza alla Sezione di Cassino, per far risuonare quanto prima il suo nome negli ambiti nazionali che le competono, come nel recente passato è stato fatto da altri associati in varie vesti. Fatta eccezione per un invito a non soppesare troppo le decisioni sul terreno di gioco ma agire in pena libertà mentale, nonché l’essere lesti nel capire nei primi dieci minuti di gara il tipo di partita e i calciatori che si hanno di fronte, la lezione di Nazzareno non ha viaggiato su aspetti puramente tecnici ma su quelli motivazionali, spronando i più giovani a credere nei loro sogni passo dopo passo, cosi come ha fatto lui arrivando a fare l’Assistente in gare internazionali e a visionare in carriera più volte un personaggio come Pierluigi Collina. Non prima di aver invitato gli Osservatori ad avere la massima apertura mentale, il gusto di mettersi sempre in discussione e di aggiornarsi continuamente al fine di essere degli ottimi maestri per i ragazzi, ricordando di aver cura dei loro “sogni”, ha concluso con la sua frase “cult” (“che la festa continui!”) e con le parole che sintetizzano magistralmente la sua lezione: “amate maledettamente questo Sport!”.

A cura di: Domenico Persechino e Domenico Franchitto