La Nostra Storia

In un’Italia alle prese con i primi problemi energetici, la città di Cassino vive e lavora per far fronte ai gravi problemi economici quando nella stagione sportiva 1973/74 il Direttivo Centrale dell’Associazione Italiana Arbitri delibera l’istituzione di una nuova Sezione Arbitri in Cassino nominando l’A.E. Alfredo Fedeli Commissario Straordinario per essere, poi, nominato Presidente nella stagione sportiva successiva. Ci riferiamo a più di quaranta anni fa e da allora tanta storia è passata sui campi di calcio, anche per merito degli arbitri di Cassino.

La neonata Sezione poteva contare sulla disponibilità di ben 37 arbitri. Scorrendo l’elenco dei nuovi effettivi, l’attenzione si posa sui nomi di Giovanni Iemma, Pietro Forlini, Giulio Cadoro, Elvio Picano, Renato Scuro, Gaetano Di Bello, Pietro De Santis, Francesco Capraro e lo stesso Presidente Fedeli, che costituivano l’immediato futuro sezionale.

La stagione sportiva 1974/75 coincise chiaramente con un periodo di rodaggio. L’incarico di D.T.S. fu conferito all’A.B. Eleuterio Pescosolido. La stessa si concluse con l’inaugurazione della sede sociale in Viale Dante. Questo rappresentò un momento molto importante per tutti noi e lo sforzo organizzativo fu ripagato dalla presenza degli esponenti dei massimi vertici regionali, quali Antonio Clemente, Nicola Macchiarella, Mariano Pilotto e Vittorio Cariani.

Gli anni ’80 costituirono, a livello nazionale, un periodo ricco di novità e di grossi mutamenti. La figura arbitrale tradizionale cominciò a modificarsi: la preparazione atletica costituiva la base di partenza dell’arbitro. In sostanza si cercò di fare della funzione arbitrale un’attività professionale vera e propria. La dirigenza sezionale di Cassino, senz’altro favorita dalla mancanza di un passato in un certo senso condizionante, ebbe il merito di comprendere da subito i grandi mutamenti che stavano maturando e cercò di adeguarsi.

In questi anni, intanto, le fila sezionali si ampliarono e la Sezione poteva contare oltre che sugli arbitri a disposizione del Comitato Regionale, ben 26 in organico, anche sulle promozioni in campo nazionale degli arbitri Alfredo Fedeli promosso prima alla C.A.D. successivamente alla C.A.S.P. e infine come A.A. in serie C; Giovanni Iemma alla C.A.D. e quindi alla CAI; Pietro Forlini alla CAD.; Elvio Picano, Pietro De Santis e Giulio Cadoro come AA alla CAN/D fino ad arrivare alla CAN/C. Motivo di ulteriore soddisfazione furono le promozioni di Renato Scuro, Davide Troiano, Gaetano Di Bello, Arcangelo Longo, Rocco Pascale, Alessandro Proietti, Fausto Palumbo come A.A. alla CAN/D.

Se a livello regionale e nazionale la qualità arbitrale della Sezione era senz’altro soddisfacente, si registrarono però delle notevoli difficoltà nell’attività di reclutamento, aggravate da un numero piuttosto elevato di dimissioni.

La Dirigenza Sezionale, coinvolgendo tutte le componenti, discusse i motivi dei disagi e, dopo approfondita analisi, concluse che bisognava evitare che la Sezione diventasse una “fabbrica” di designazioni e accettazioni. Ci si rese subito conto che occorreva incrementare gli aspetti associativi, perché l’attività arbitrale sezionale non poteva ricondursi solo all’aspetto tecnico, ma doveva essere lo stimolo a vivere insieme, a condividere esperienze e a confrontarsi per la ricerca di un equilibrio che potesse tornare utile anche alla Direzione Arbitrale.

Negli stessi anni, si registrarono altre promozioni agli OTN: Francesco Capraro e Francesco Ercolino vennero promossi nel ruolo CAD, poi alla CAI ed ancora insieme in serie C. Altri colleghi, come Giovanni Trupiano, Antonio Salvucci e Patrizio Esposito, hanno per poco sfiorato la promozione alla CAD.

Nella stagione sportiva 1988/89, dopo 14 stagioni sportive dalla nascita, Francesco Capraro succede, per un ricambio naturale, al Presidente Alfredo Fedeli. Tutti noi abbiamo avuto modo di apprezzare le sue doti arbitrali e di Presidente, grazie di cuore, dunque, ad Alfredo, per averci guidato in questi anni e rappresentato nei confronti di tutti.

Capraro, oltre ad aver svolto una qualificata attività sui terreni di gioco, arrivando a dirigere gare in serie C1, si è rivelato un ottimo manager ed ha potuto così imprimere all’intero apparato locale una forte accelerazione.

In questi anni, sono stati ospiti grandi nomi del panorama arbitrale e dirigenziale nazionale. Giungono, infatti, a Cassino, per portare la personale esperienza, personaggi come Riccardo Lattanzi, Gennaro Marchese, Sergio Gonella,Lucio Polacco, Gianfranco Menegali, Alessandro D’Agostini, Onofrio Lattarulo, Bruno Franco, Alberto Boschi, Pietro D’Elia, Romeo Paparesta, Sergio Coppetelli, Arcangelo Pezzella, Giorgio Baldi, Virginio Quartuccio, Bruno Di Cola, Roberto Boggi, Franco Andreozzi, Domenico Ramicone, Vittorio Benedetti, Luca D’Avino, Michele Pierro, e Salvatore Lombardo.

In questo clima la sezione di Cassino conferma la sua solida struttura organizzativa ed evidenzia la preparazione tecnica dei suoi associati: merito di ciò va riconosciuto anche al fattivo contributo dei colleghi anziani che hanno svolto liberamente e con convinzione un ruolo importante di supporto e costituito un esempio da imitare per i più giovani colleghi progressivamente maturati in un ambiente sereno. Una citazione particolare per Elvio Picano, Renato Scuro, Alfredo Fedeli, Pietro De Santis, Davide Troiano, Pietro Forlini, Mario Mazzola, Eleuterio Pescosolido e Annino Salvucci.

Un caro ricordo va al nostro associato Rosario Nardone che nel novembre ’89 trovò la morte in un tragico incidente stradale: tutti ne ricordano l’impegno e l’attaccamento all’associazione nonostante i suoi vent’anni.

Giunti agli anni ’90, molti altri associati approdano agli OTN nel ruolo di AA nel CND Mario Battista, Patrizio Esposito, Benedetto Ruscito, Claudio Moretti, Marcello Trani alla C.A.N./C; Armando Picillo e Silvio D’Alessandro vengono promossi in serie A di calcio a 5; Giovanni Trupiano in serie A femminile; Elvio Picano O.A. alla CAN/D.

Nella stagione sportiva 1992/93 viene assegnato al Presidente Francesco Capraro il Premio Nazionale “G. Scirea” e nella stagione sportiva 1995/96 gli viene conferito, quale miglior Presidente delle sezioni A.I.A. del Lazio, il Premio Regionale “E. Mariotti”.

La stagione sportiva 1994/95 sarà sicuramente ricordata negli annali della nostra storia, grazie alle promozioni alla CAN A/B dell’AE Francesco Ercolino, alla CAN/D dell’AE Marcello Moretti; alla CAN/C dell’AA Silvio D’Alessandro. Nella stagione sportiva 1997/98 ricordiamo la promozione dell’AE Antonio De Rosa alla CAN/D e la nomina di Francesco Capraro a Vice Commissario CAN/D dove resterà per due stagioni sportive; nel 1999/2000 è nominato Vice Commissario CAN/C per sei stagioni sportive  nel 2005/2006 è nominato Vice Commissario alla CAN A/B per quattro stagioni sportive; nel 2009/2010 è nominato Vice Commissario  Can /D per due stagioni Sportive.

Nella stagione sportiva 1997/98, succede alla presidenza sezionale una delle figure storiche l’A.B. Elvio Picano.

Il 29 maggio 1998, data sicuramente da ricordare  per la nostra sezione, viene istituito il 1° Premio “Città di Cassino”, patrocinato dall’Amministrazione Comunale, conferito all’A.B. Francesco Capraro.

Nel 1999 per festeggiare i primi venticinque anni della Sezione la città martire diventa punto di arrivo di numerose autorità sportive e non, la manifestazione si svolge nello splendido scenario della Sala degli Abati della Curia ; in quest’occasione viene assegnato all’OA Mario Mazzola il 2° Premio “Città di Cassino”.

Nel 2004 in occasione del 30° Anniversario della fondazione, tenutosi nell’Aula Pacis dell’Università di Cassino, viene assegnato all’OA Silvio D’Alessandro la terza edizione del Premio “Città di Cassino”.

Il nuovo millennio si apre all’insegna di nuovi e prestigiosi riconoscimenti. Infatti, un’altra stagione sportiva scritta nella storia della sezione è quella 2000/2001 che si conclude con la promozione di ben 5 associati agli OTN: dell’AE Antonio Carcione, degli AA Marco Arciero e Marco Lamberti alla CAN/D; dell’A.E. Franco Gallozzi alla CAN/5 e dell’AA Francesca Volante in CAN/D Femminile.

Anche negli anni successivi si registrano diverse promozioni: Nel 2001/2002  l’AA Luca Salera ottiene la promozione in CAN/D. La stagione 2002/2003 vede il passaggio alla CAN/D dell’AE Aurelio Cafari Panico. Nel 2004/2005, l’AA Marco Arciero ottiene la promozione alla CAN/C. Il 2005/2006 è la volta dell’AA Alessandro Caringi ad ottenere la promozione in CAN/D e dell’OA Mario Mazzola alla CAI.

Nella successiva stagione 2006/2007 l’AE Aurelio Cafari Panico raggiungerà la promozione alla CAN/C, ad essa si aggiungeranno le promozioni dell’AE Giorgio Zinicola alla CAI e dell’OA Mario Mazzola alla CAN/D.

Il 4 dicembre 2009 la nostra Sezione festeggia, con le più alte cariche dell’Associazione, il trentacinquesimo anniversario della sua fondazione con una cerimonia svolta nella splendida sala “Montecassino” dell’hotel “Al Boschetto” di Cassino. Tantissimi gli associati presenti con le proprie famiglie in una serata che vede come ospite d’eccezione il Presidente Nazionale Marcello Nicchi, i componenti del Comitato Nazionale, Umberto Carbonari e Filippo Capelluto, il Presidente del Comitato Regionale FIGC-Lazio Melchiorre Zarelli, il consigliere Regionale Franco Cerro ed il delegato Provinciale Pietrino Tagliaferri, il Presidente del CRA-Lazio Nazzareno Ceccarelli con la sua commissione , tutti i Presidenti delle sezioni del Lazio, il Presidente della Sezione di Caserta Giuseppe Rinaldi, il Commissario Can/Pro Stefano Farina, l’ex Presidente Cra-Lazio Cesare Sagrestani e tantissimi altri amici dell’Associazione.

La quarta edizione del Premio “Città di Cassino” viene assegnata all’A.E. Aurelio Cafari Panico durante questa fantastica serata.

Nella stessa stagione sportiva, 2009/2010 vede coronare il suo sogno con il passaggio alla Cai  l’AE Aristide Capraro.La successiva stagione, quella 2010/2011, ha annoverato nella sua storia sei promozioni in ambito Nazionale: l’OA Mario Mazzola alla Can/Pro ; l’AE Aristide Capraro e l’AA Gerardo Ventre alla Can/D , gli OA Antonio Carcione e Antonio Salvucci promossi alla Cai ; l’AE Davide Fardelli promosso alla CAN/5.

Vengono dismessi, per norme di funzionamento dagli O.T.N. : Aurelio Cafari dalla CAN/PRO e Franco Gallozzi dalla CAN/5.

Nella stessa stagione, il 2 maggio 2011, la Sezione viene toccata da un grave lutto: viene a mancare inaspettatamente l’A.B. ALFREDO FEDELI , il fondatore e primo Presidente della Sezione AIA di Cassino.

Il 6 marzo 2012, dopo l’iter burocratico, il Presidente Elvio Picano, ottiene dall’AIA l’autorizzazione per intitolare la Sezione al compianto Alfredo Fedeli. Presenti alla cerimonia, la famiglia di Fedeli, il sindaco di Cassino Avv. Giuseppe Golini Petrarcone ; il Presidente del Consiglio Regionale del Lazio On.le Mario Abbruzzese ; il Presidente Nazionale dell’AIA Dott.  Marcello Nicchi ; il Presidente del Consiglio del Comune di Cassino Dott. Marino Fardelli ;  il Presidente provinciale del Coni di Frosinone Prof. Luigi Conte ; il Consigliere Regionale FIGC Franco Cerro ; il Delegato Provinciale FIGC di Frosinone Pietrino Tagliaferri ; il CRA-Lazio Nazzareno Ceccarelli e la sua Commissione ; il componente del Comitato Nazionale Umberto Carbonari ; il responsabile della CAN/D Tarcisio Serena ed il suo vice Enrico Preziosi e tutti i Presidenti di Sezione del Lazio. Presenti anche i tanti amici di Alfredo : Alessandro Cavanna ; Cesare Sagrestani ; Maurizio Mattei ; Carlo Mazzalupi ; Matteo Apricena ; Piero D’Innocenzo ; Franco Andreozzi ; Pasquale Colasanti ; Pietro Monaldi ; Roberto Bellosono ; Gianfranco Cicuti e Francesco Cedrone ; il Preside del Liceo Classico di Cassino Prof.ssa Filomena De Vincenzo e la Dott.ssa Irma Civitareale Direttrice della Casa Circondariale di Cassino. Tutti gli Associati con le rispettive famiglie.

Anche in questi anni numerosi sono gli ospiti che hanno tenuto lezioni ai nostri arbitri: Maurizio Mattei, Cesare Sagrestani, Massimo De Santis, Gianluca Paparesta, Marco Gabriele, Matteo Trefoloni, Stefano Farina, Cesare Gussoni, Alessandro Stagnoli, Alessandra Agosto, Carmine Russo, Paolo Tagliavento, Francesco Natilla, Tarcisio Serena, Gennaro Borriello e Paolo Valeri.

L’11 maggio 2012 –  a seguito dell’assemblea Ordinaria ed Elettiva e dopo la relazione del C.D.S. esposta dal Presidente uscente A.B. Elvio Picano viene approvata all’unanimità con la riconferma, sempre all’unanimità, per il quadriennio in corso, del Presidente A.B. Elvio Picano. Risulta eletto come delegato Sezionale l’A.B. Francesco Capraro.

Qualche giorno dopo arriva una bellissima notizia: il collega Mario Mazzola è nominato Arbitro Benemerito.

La stagione termina con due  promozioni a livello nazionale: L’ A.E. Alessandro Massaro approda alla CAN/5 e Tiziano Notarangelo alla CAN/D come A.A.

Nella stagione Sportiva 2012/2013  Francesco Capraro viene inserito nell’organico degli Osservatori Arbitrali della CAN/ B. A conclusione della stessa stagione Sportiva, Aristide Capraro dirige la finale di Coppa Italia dilettanti allo stadio di Perugia.

Sono quattro gli associati che approdano nelle categorie superiori nella stagione 2013/2014: alla CAN/PRO  Aristide Capraro ,quarto arbitro nella storia della Sezione a raggiungere questo traguardo; Domenico Franchitto nel ruolo di AA allaCAN/D dove approda anche l’Osservatore Arbitrale Antonio Carcione. Franco Gallozzi viene inserito nell’organico degli Osservatori alla CAN/5.

Durante questa stagione sportiva viene istituito il nuovo polo di allenamento presso il Centro Sportivo Fiat, ma il grande evento avviene il 5 Dicembre 2014 quando presso a Sala Degli Abati di Cassino si festeggia il Quarantennale della fondazione. Diversi gli ospiti intervenuti: il Presidente dell’AIA Marcello Nicchi, il suo Vice Tarcisio Pisacreta, il Componente del Comitato Nazionale Umberto Carbonari, il Presidente del CRA Lazio Luca Palanca e tutti i Presidenti di Sezione del Lazio. Omaggiati per l’occasione tutti gli associati della Sezione di Cassino che appartengano da almeno 40 anni all’associazione. Durante la serata viene consegnato il quinto premio “Città di Cassino” ad una delle colonne portanti della Sezione: Renato Scuro.

Si apre con una promozione nazionale la stagione 2014/2015 con l’approdo alla CAI dell’A.E. Antonio Notarangelo e la conferma di tutti gli altri nazionali, a parte l’assistente Gerardo Ventre dismesso per limiti di permanenza nella categoria.

Il 22 giugno 2015 il designatore Marco Lamberti riceve l’importante Benemerenza del CR Lazio per l’impegno profuso nel calcio Laziale.

Con un Raduno OTS di grande spessore tecnico e associativo, si apre la stagione 2015/2016 alla presenza di numerosi ospiti che contribuiscono fattivamente alla crescita dei giovani arbitri.

In apertura di stagione si registrano le promozioni di Tiziano Notarangelo dalla Can D alla Can/Pro nel ruolo di AA e di Gianmarco Merolli alla Cai nel ruolo di AE. Termina il percorso Nazionale dell’ OA Antonio Carcione, ma il 25 febbraio 2016 lo stesso viene nominato, con enorme gioia da parte di tutti, Arbitro Benemerito e meritevole, inoltre, della Benemerenza CR Lazio consegnatagli dal Presidente Laziale Zarelli il 25 giugno dello stesso anno

Da ricordare anche la data del 19 marzo 2016 quando esordisce in serie A2 di calcio a 5  l’AE Davide Fardelli.

Il 13 Maggio 2016 l’Assemblea Sezionale vede per la quinta volta consecutiva, la riconferma del Presidente Sezionale A.B. Elvio Picano, mentre delegato Sezionale è l’A.B. Francesco Capraro. Per quanto riguarda i revisori dei conti risultano eletti gli Associati Antonio Notarangelo e Antonio Mattia.

La stagione 2015/2016 si conclude con la promozione dell’AE Federico Pontone alla CAI mentre termina il percorso Nazionale dell’OA Mario Mazzola e dell’AA Domenico Franchitto.

In un clima natalizio la nostra Sezione viene colpita da un gravissimo lutto, il 22 dicembre 2016 viene a mancare l’Associato storico Davide Troiano. Il Presidente, unitamente al Consiglio Direttivo, annulla tutte le manifestazioni programmate, in segno di lutto e di rispetto verso un Associato che negli anni ha dato un contributo enorme alla crescita della nostra Sezione.

Il 12 giungo 2017 viene commemorata ufficialmente la scomparsa di Davide con un Memorial, in ricordo della sua figura all’interno dell’Associazione Italiana Arbitri. Partecipano all’evento, in rappresentanza dell’AIA, i componenti del Comitato Nazionale, Giancarlo Perinello e Umberto Carbonari, presente anche il CRA-Lazio Luca Palanca e gran parte della Commissione, tutti i Presidenti di Sezione del Lazio, il Sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro, la famiglia Troiano e numerosissimi Associati. Il primo  premio “MEMORIAL TROIANO” è assegnato al giovane Associato Giovanni Di Palma.

Al termine della stagione 2016/2017 si registra la promozione dell’OA Benedetto Ruscito alla CAI. Terminano la loro esperienza in un Organo Tecnico Nazionale: Aristide Capraro, Franco Gallozzi, Gianmarco Merolli e Federico Pontone. Confermati, invece, Davide Fardelli alla Can5 e Tiziano Notarangelo Assistente Arbitrale alla CAN/PRO.

Il 28 giugno riceve la Benemerenza del CR Lazio Antonio Di Biasio, per l’impegno nello sviluppo degli arbitri di calcio a 5. Qualche settimana dopo, il 9 luglio l’A.B. Mario Mazzola viene nominato Componente del Settore Tecnico dell’AIA.

Continuano senza sosta le visite di prestigiosi ospiti di carattere anche internazionale presso i locali sezionali: Andrea Gervasoni (Arbitro CAN A 17/01/2013); Mauro Tonolini (Assistente Internazionale 17/01/2014 ); Gianluca Rocchi (Arbitro Internazionale 28/04/2014); Giampaolo Calvarese (Arbitro di CAN A 02/03/2015); Valentina Garoffolo (Arbitro Internazionale Femminile 26/02/2016), Riccardo Ros (Arbitro di CAN B 03/11/2016).

Con il raduno OTS svolto a Gallinaro (FR) si è aperta la stagione 2017/2018 degli arbitri della Sezione di Cassino alla presenza del Delegato FIGC di Frosinone Pietrino Tagliaferri e del Componente del Comitato Nazionale Umberto Carbonari. A livello nazionale si registra la promozione di Bendetto Ruscito nella categoria C.A.I. e la nomina a componente del Settore Tecnico di Mario Mazzola all’interno del modulo perfezionamento e valutazione tecnica. Dismesso invece Aristide Capraro dalla CAN PRO per normale avvicendamento. La Sezione di Cassino oltre agli associati negli OT nazionali possiede un gran patrimonio a livello regionale di arbitri ( sia calcio a 11 che futsal) e assistenti che vorranno sicuramente mettersi in mostra in questa stagione sportiva.

Uno degli eventi da ricordare è stata la visita del componente CAN/PRO Renato Faverani (ex assistente internazionale che ha diretto insieme a Nicola Rizzoli la finale di Coppa del Mondo nel 2014) che ha tenuto una splendida riunione tecnica mese di novembre.  Ma dai massimi campionati è arrivata anche la visita di Fabrizio Pasqua che nel mese di febbraio ha ricaricato le pile degli associati preparandoli alla secondo parte di stagione.  Una seconda parte di stagione che ha visto la nostra Sezione ospitare il raduno di Seconda Categoria il 20 gennaio con gli arbitri di Cassino, Frosinone, Formia e Latina.
Tanti altri sono stati gli eventi in programmi organizzati dalla Sezione tra cui l’Olimpiade del Allenamento e del Regolamento, una manifestazione fatta di quiz sul regolamento e sulla storia dell’AIA che ha coinvolto un bel numero di Associati con la seguente graduatoria: Medaglia d’oro Roberto De Paolis, medaglia d’argento Andrea Musumeci e medaglia di Bronzo Luigi Galardo.
Da sottolineare poi la nomina ad arbitri benemeriti a due nostri associati: Alberto Costanzo e Francesco Evangelista.

La nuova stagione sportiva 2018/2019 si è aperta con due passaggi in Serie D: Benedetto Ruscito osservatore arbitrale dopo un solo anno alla CAI e Pasquale Picillo nelle veste di Assistente Arbitrale. A livello Regionale grande lustro la nomina a componente CRA Lazio di Antonio Carcione nelle veste di Coordinatore OTP/OTS. Il CRA Lazio ha anche deciso di svolgere proprio a Cassino il suo raduno di inizio stagione rivolto agli arbitri di Promozione ed Eccellenza, quattro giorno dove si sono susseguiti ospiti di spessore: i Componenti del Comitato Nazionale Umberto Carbonari, Maurizio Gialluisi, Valerio Marini arbitro di Roma 1 e tanti altri.

Il consueto raduno OTS  invece si è tenuto il 30 settembre, un unica intesa giornata utile a saggiare la condizione atletica e tecnica degli arbitri e prepararsi alla stagione.

 

 

La redazione sezionale